ShadowRun Returns va in beta su Linux



Tutto ebbe inizio nel 2054 allorché un evento genetico di qualche tipo causò modificazioni somatiche nella specie umana. In principio la gente subì soltanto piccoli mutamenti, ma col tempo assunse le fattezze tipiche dei personaggi fiabeschi: elfi, nani, orchi e troll. Incontrarli per le vie del quartiere era un fatto abbastanza comune. La magia tornò a ispirare fiducia, non solo tra gli individui più suscettibili, e i draghi erano creature viventi che si potevano evocare con facili incantesimi. La tecnologia non stette a guardare, fece progressi straordinari: i chip sottopelle e le reti di comunicazione wireless diedero una spinta notevole alla conoscenza condivisa. La gente chiamava questo posto il Sesto mondo e non era affatto incantevole: c’erano aziende senza scrupoli che controllavano effettivamente tutti, dal capo di stato al più umile schiavo; queste mega corporation avevano potere senza limiti sulle persone, molti si vendevano sapendo di non avere altra scelta. Non tutti si lasciavano comprare, alcuni avevano il coraggio, la capacità e la faccia tosta per mantenersi indipendenti e trovarono un modo per vivere nell’ombra, in un mondo che non era fatto su misura per loro. Certo, potevano sopravvivere ed erano persino tollerati dalle potenze nazionali, nonostante fossero dei veri fuorilegge. Venivano chiamati Shadowrunner.

Il giocatore è uno Shadowrunner, un mercenario che vive ai margini della società, all’ombra di imponenti “arcologie” aziendali. Sulle tracce di un misterioso assassino in azione nell’area metropolitana di Seattle, lo shadowrunner seguirà un sentiero che porta dritto ai bassifondi di alcune potenti mega corporation; incontrerà altri simili, capirà che la prudenza è una virtù e imparerà a controllare le forze magiche e a servirsi della tecnologia per venire a capo del mistero ed uscire dai luoghi più oscuri della città.

Shadowrun è un gioco di ruolo da tavolo inventato da Jordan Weisman che racconta le gesta di questi personaggi, è anche una serie di videogiochi per computer molto diversi fra loro ma che si riallacciano alla storia del Sesto mondo. Shadowrun Returns è l’ultima implementazione per PC e Mac, in vendita su Steam. Quest’avventura è impostata come un RPG tattico a turni, giocatore contro computer. A ottobre una patch aggiungerà la versione del gioco per il sistema operativo Linux, comprendente l’editor di livelli.

Fonti (in inglese): http://harebrained-schemes.com/shadowrun/what-is-shadowrun-returns § http://www.shadowrun.com

Annunci

0 A.D. e la tribuna multiplayer


In 0 A.D. è stata aggiunta la tribuna multiplayer, un’interfaccia che facilita l’organizzazione delle partite online; l’ha implementata Badmadblacksad utilizzando il protocollo XMPP e gloox (“standard” usati dal sistema di messaggistica Jabber). È stata introdotta assieme a una gamma di funzioni e caratteristiche complementari del gioco multiplayer, per esempio i comandi IRC, l’evidenziazione del nome della partita, il filtro antispam, il moderatore, il timestamp della lista dei server. Inoltre, i programmatori stanno allestendo un meccanismo che possa classificare vincitori e vinti; vogliono aggiungere una implementazione di ELO che è il sistema utilizzato negli scacchi per misurare la forza di un giocatore e la sua reputazione.

Tribuna multiplayer di 0 A.D.

Tribuna multiplayer di 0 A.D.

0 A.D. è un video game di strategia real-time che un gruppo internazionale di persone, Wildfire, sta sviluppando e distribuendo free e open source. Il gioco è ambientato con grande fedeltà storica ai fatti e ai popoli dell’antichità, dai Romani ai Cartaginesi, dai Celti ai Persiani.

Fonte (in inglese): http://play0ad.com/0-a-d-development-report-13

Incognita


Incognita è un video game di strategia a turni che tratta il soggetto dello spionaggio e del complotto alla XCOM. Presentato al pubblico a luglio, sta affrontando la fase di testing alfa ed è ormai prossimo a una beta che precederà la pubblicazione e vendita online. Generalmente, nei giochi di questo tipo, il posizionamento del personaggio è l’elemento da cui dipende tutto; invece in Incognita è determinante l’informazione che deve essere trafugata dai posti più sicuri della Terra. I giocatori controllano una squadra di spie che si infiltrano in alcune grandi corporazioni per metterne a nudo la vera natura cospiratrice.

Klei Entertainment, sulla scena dal 2005 con Eets e poi Shank, Mark of the Ninja e l’ultimo Don’t Starve, ha iniziato questo lavoro ispirandosi alla serie di videogiochi XCOM, dalla quale tuttavia differisce nel modo di coinvolgere il giocatore. La sua morte è certa ogni qual volta sceglie il posto sbagliato al momento sbagliato. Deve evitare le telecamere di sicurezza con mosse particolarmente abili; inoltre, ci sono i nemici da intercettare e le situazioni complicate da risolvere con astuzia, altrimenti la squadra muore e i compagni non rientrano più in gioco, quindi la loro uscita di scena può determinare la sorte della missione.
La struttura del livello è creata random, mano a mano che il giocatore procede all’interno della corporazione. Ha una visuale limitata del campo di gioco, quindi non può percepire i pericoli e sfruttare il sistema di gioco più semplice e veloce per affrontarli.

Incognita è un video game per Linux e sarà distribuito su Steam. Pur distinguendosi da XCOM con alcune qualità singolari, ha punti in comune ai primi titoli strategici della serie fantascientifica. Ma avrà altrettanta fortuna? Le premesse sono buone: la trama ineccepibile mentre la grafica del gioco, basata sulla proiezione isometrica, è stata sviluppata di pari passo con le cresciute esigenze dei fan di questo genere di gioco.

Fonte (in inglese): http://incognitagame.com/

7 Days to Die


7 Days to Die

7 Days to Die

Dopo la terza guerra mondiale il pianeta Terra ha subìto mutamenti spaventosi, per lo più sono rimaste delle rovine, mentre la maggior parte degli esseri umani è vittima di una trasformazione genetica terribile che l’ha ridotta in stato di zombi; pochi individui sono sani, ma non sanno spiegare ciò che è realmente accaduto: forse la radiazione, un virus sconosciuto o le armi biologiche hanno decimato la popolazione mondiale e causato una mutazione sui superstiti, i quali hanno sette giorni di vita prima di affrontare la stessa sorte del resto dell’umanità. C’è del macabro in tutto questo.

7 Days to Die, ovvero sette giorni prima di morire, è un FPS che si può collocare nella categoria dei video game cosiddetti post-apocalittici. È un survival-horror in quanto il protagonista deve cercare, nel lasso di tempo di una settimana, una cura per sfuggire al destino fatale mentre ciò che lo circonda gli è costantemente ostile. Un’ambientazione aperta, ricreata con elementi voxel, caratterizza la scena del gioco. Il giocatore è un sopravvissuto intrappolato in questo mondo selvaggio infestato da zombi, in Arizona nella regione denominata Navezgane County che in lingua Apache significa “assassino di mostri”. Egli può salvarsi se trova la spiegazione su ciò che è realmente accaduto dopo la terza guerra mondiale, cominciando una lunga esplorazione del mondo di 7 Days to Die, dal bioma realistico e variegato: deserti, foreste, montagne innevate, pinete e aree radioattive; ci sono centinaia di luoghi da perlustrare, ogni edificio può essere visitato all’interno. Per mantenersi sano, deve ispezionare i dintorni che potrebbero celare cibo e acqua: il giocatore può coltivare e raccogliere una varietà di colture, persino cacciare o addomesticare una variegata fauna selvatica. Se necessario, trascorre la giornata saccheggiando oppure lavorando con le risorse minerali per assemblare una moltitudine di oggetti utili: armi da mischia, trappole, generatori di corrente elettrica, rilevatori di movimento, mine antiuomo, pozioni, ecc. La fisica nel gioco permette di costruire edifici a patto che abbiano una solida ossatura portante, altrimenti collassano. Questa caratteristica, se sfruttata adeguatamente, risulta efficace per innalzare vere e proprie fortezze difese con la luce, dato che gli zombi temono il sole e tutto ciò che è luminoso, restano impacciati e lenti. Al contrario, la luna li rafforza e li rende più agili. Il gioco è così affrontato seguendo il ciclo giorno-notte.

7 Days to Die è una creazione di The Fun Pimps Entertainment LCC, software house fondata da un piccolo gruppo di artisti e programmatori con una esperienza pregressa nello sviluppo di videogiochi molto famosi (Doom 3, Duke Nunkem, Rage, Gore). La loro idea, punto forza di 7 Day to die, è semplice: realizzare un gioco che si mantenga nel tempo divertente e ricco di novità e che non è possibile trovare altrove. Al momento 7DTD attraversa la fase “alpha” del ciclo di sviluppo, dopo una notevole campagna di raccolta fondi, il gioco ha superato il test di Greenlights e si prepara a comparire su Steam per Linux.

Fonti (in inglese): | http://www.kickstarter.com/projects/7daystodie/7-days-to-die-zombie-survival-game

Reinforcement Program in Natural Selection 2


ns2-build255

Il primo update post “Reinforcement program” serve per correggere i bug e risolvere i problemi evidenziati da una settimana a questa parte. Che cos’è il Reinforcement program? In Unknownworlds Entertainment si cerca di raccogliere 550,000$ per ripianare i costi dello sviluppo di Natural Selection 2, ogni donazione dà diritto a qualcosa di unico in cambio (badge, livelli speciali, ecc.). Hanno già ricevuto $100,000! La patch aggiunge queste componenti speciali al gioco. Gli sviluppatori ammettono che NS2 continua ad avere prestazioni deludenti sia con Directx, sia con OpenGL e che la build 255 purtroppo non migliora di molto la velocità del gioco. Tuttavia c’è il fix che risolve il problema che NS2 aveva su Linux con i parametri di definizione della lingua dell’utente. Il changelog completo, in lingua inglese:

Reinforcement Program
Shadow Skulk now available to applicable players
Assault Marine now available to applicable players
Elite Assault Marine available to applicable players
Reinforced badges on scoreboard now functioning for applicable players
Features
Alien players can now choose the respawn location
Added credits (finally!)
Fixes
Fixed D3D9 fullscreen exclusive mode (improves performance and stuttering problems for D3D9 players)
Fixed script error in the server browser caused by using the bracket keys in filters
Fixed bug preventing the reserved slots feature from working properly in the server web admin panel if reserved slots weren’t already configured
Added “restricted” files for consistency checking to prevent exploits with the mod loader mechanism
Disabled client-side mods when running the tutorial
Fixed Drifter command “Follow Nearest Alien” not working
Fixed a bug causing some elements of the world to disappear after the player becomes a Commander
Cysts will never connect to unconnected cysts
Fixed ghost placement of Gorge Webs not drawing properly
Fixed bug causing Flamethrower flames to be invisible after a player drops and picks up a Flamethrower
Fixed script errors when the system locale used commas instead of periods as the decimal separator
Balance
Pulse Grenades have now a proximity detector and detonate when an Alien is nearby
Changed Stomp damage type from Structural to Heavy
Lifeforms no longer need to be upgraded to gain health from Biomass
Increased Echo Whip and Harvester cost to 2 resources (up from 1)
Improvements
Power Nodes show now “Indestructable” text when in initial ghost model state
Offset Drifter Cloud ability further from the ground so sloped surfaces won’t block line of sight to target position as much
SDK (1)
Added Server.GetPort function

Fonte: http://unknownworlds.com/ns2/build-255-is-now-live-on-steam/

(1) Nota: il Software Development Kit non è completo di editor su PC Linux