Dal blog di Leadwerks Linux


Se volessimo realizzare un gioco per Linux, ci troveremmo in difficoltà perché in questo campo mancano le risorse. Chiunque ha un po’ di esperienza di amministrazione Linux sa che Blender ha tutte le funzioni per creare un video game: il modeller, l’editor di scenari, l’editor per l’animazione e l’editor per la IA. Yo Frankie “A furry vendetta” è un gioco basato su Blender che può servire come riferimento per questo modello di sviluppo.

Blender e Yo Frankie

Blender e Yo Frankie

È forse Blender l’unico programma per fare giochi in Linux? Certamente no, altrimenti lo useremmo tutti e non avremmo altri tipi di engine (il motore che fa girare ogni cosa nel gioco). Quelli con una licenza open source sono di ottima qualità, non c’è dubbio, mi riferisco a Ogre 3D, Panda 3D, Crystal Space, i vari fork di Id Tech3, ecc. ma mancano le interfacce grafiche, i cosiddetti RAD (Rapid Application Development) che rendono più funzionale il processo produttivo di un videogioco con questi motori. Faccio un esempio, Ogre 3D è un engine ben noto e ha una licenza libera (MIT), ma fornisce solo il codice sorgente, e il programmatore per realizzare un video game deve installare alcuni programmi accessori e configurarseli da solo: l’IDE, c’è un’ampia scelta da Eclipse a Code::Blocks; il modeller, può essere Blender o AC3D, ecc.; l’editor di scena (Gose); un editor per la fisica del gioco; il programma di disegno (Gimp, Inkscape, ecc.). Ciò è frustrante per un indie game developer che lavora per conto proprio.

In Windows le software house hanno realizzato RAD avanzatissimi che si interfacciano all’engine e fanno risparmiare molte ore di programmazione. Inoltre, questi software hanno un supporto online dove è possibile richiedere informazioni, scaricare la documentazione e persino comprare oggetti/beni (detti assets) creati da altri utenti. Unity 3D engine ha l’Asset store disponibile all’interno dell’editor. Questo negozio virtuale è una collezione di oggetti di vario tipo: modelli 3D, texture, effetti sonori, musiche, script, ecc. Unity 3D è un ambiente produttivo ottimale per un indie game developer.

Sono convinto che questo “gap tecnologico” fra Windows e Linux sarà eliminato nel breve periodo da Leadwerks engine: è un moderno motore di gioco, multi-piattaforma, con l’asset store (chiamato in questo caso Werkspace), fornito di supporto per la console OUYA e per le cuffie Oculus VR . Con i fondi raccolti tramite Kickstarter, Leadwerks sarà portato su Linux entro la fine dell’anno e potrà essere acquistato e installato anche dal negozio Steam.

Leadwerks Linux usa GTK

Leadwerks Linux usa GTK

Il processo di sviluppo di Leadwerks Linux procede bene. È stato fatto con successo il debug di un’applicazione costruita sulla base di una libreria statica di Leadwerks. L’analisi del programma ha però evidenziato alcuni limiti dell’integrazione di GDB in Code:Blocks, l’editor del codice sorgente. Leadwerks per Linux usa il toolkit GTK per creare la finestra di lavoro, i menu e i pulsanti ed ha un aspetto famigliare, l’applicazione si inserisce molto bene nell’ambiente desktop del sistema operativo.

Fonte

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...