Signal Ops: obiettivo Linux. Roger that!


Con poche modifiche si potrebbe trasformare Signal Ops in un manageriale per 007, forse il primo di questo genere, ma in realtà è un FPS piuttosto originale. Come si evince dal titolo di questo gioco, i segnali radio hanno un’importanza enorme: scelgo gli agenti da un gruppo di specialisti ficcanaso e pianifico il lavoro con il quadro dirigente di un’oscura e misteriosa (setta) Struttura 7C, un ente parastatale che fa i “servizietti” ai nemici della nazione… Infine, mi siedo davanti a un enorme pannello con TV anni Cinquanta e inizio a impartire ordini ai miei uomini con una potente ricetrasmittente.

Io comando e gli agenti fanno il lavoro sporco. Va benissimo finché il ponte radio resta in piedi. Il concetto chiave del gioco Signal Ops è che gli operatori allontanandosi dal quartier generale trasmettono un segnale radio meno intenso, le batterie col passare del tempo si scaricano, quindi il contatto radio diventa instabile e la telecamera trasmette immagini poco nitide. Non vedendo chiaramente cosa succede sul campo, come posso dare gli ordini? senza i miei ordini gli uomini si faranno certamente scoprire e uccidere! Dunque, gli agenti devono stare nel campo di ricezione della radio (segnalato sempre nel gioco con un linea verde) e trovare anche nuove sorgenti di energia per ripristinare e potenziare il segnale. Tutto questo senza mai perdere d’occhio l’obiettivo della missione: trafugare documenti, assassinare i VIP, sabotare impianti industriali.

Signal Ops non è un FPS , è fino a quattro FPS in uno! Una cosa straordinaria, tuttavia non unica, già in Hired Guns, un gioco per Amiga degli anni Novanta, lo schermo venne diviso in quattro e furono messi sotto il controllo del giocatore altrettanti mercenari. Ovviamente il paragone finisce qui. Signal Ops ha una grafica accattivante realizzata con la tecnica cel shading ed effetti sonori ad “alta fedeltà”. Ogni agente ha una telecamera nascosta che mostra dove si trova e cosa sta facendo. Bisogna sfruttare questa peculiarità per tenere d’occhio tutta un’area e studiare le strategie opportune.

In Signal Ops sono combinati insieme elementi classici dei giochi shooter, furtivi, di strategia e d’intelligenza basati su puzzle. Ogni missione richiede una squadra speciale che può essere formata pescando da un gruppo di spie specializzate in compiti di assistenza, copertura, combattimento corpo a corpo e cecchinaggio.

Ora però rigiro a voi la domanda che fecero a me quando entrai nella Struttura 7C: avete abbastanza fegato per seguire gli ordini del Padre Oscuro (Dark Father nel gioco) senza discutere? Mi era stato detto anche di aspettare (non manca molto) l’uscita di questo gioco per Linux su Steam.

Signal Ops: obiettivi

Signal Ops: obiettivi

Fonti:

  1. Signal Ops su Steam Community
  2. Signal Ops su Space Bullet Dynamics Corporation

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...